Il network tecnico-professionale e progettuale del sistema superficie e rivestimento

DOMOTEX 2020: sostenibilità, internazionalità e alto profilo dei visitatori

Anche l’edizione di quest’anno della fiera leader mondiale dei tappeti e delle pavimentazioni DOMOTEX (10 –13.01.2020) si è confermata la più grande e più importante piattaforma del commercio, dell’innovazione e delle tendenze del settore.

35.000 visitatori e 1.400 espositori

Nei quattro giorni di fiera circa 35.000 visitatori – il 70% dei quali esteri – hanno visitato gli oltre 1.400 espositori provenienti da 60 nazioni. Visite che sono servite a informarsi su ultimissimi trend, prodotti e soluzioni.

ATMYSPHERE

Con il tema conduttore ATMYSPHERE la manifestazione ha puntato i riflettori su tutte le proprietà del pavimento. Proprietà capaci di generare un senso di benessere, valorizzando la sostenibilità e la naturalezza delle proposte. Caratteristiche ampiamente riflesse dall’offerta esposta.

Andreas Gruchow, CdA di Deutsche Messe

«DOMOTEX è la più internazionale delle nostre fiere. Siamo lieti che per questo appuntamento arrivino ad Hannover – dove rimangono in media 2,3 giorni – visitatori da tutte le parti del mondo: il 60% dall’Europa, il 25% dall’Asia, il 10% dall’America, gli altri dall’Africa e dall’Australia», dice Andreas Gruchow, del CdA di Deutsche Messe.

Sonia Wedell-Castellano, Global Director di DOMOTEX

«Siamo rimasti molto impressionati dal successo di pubblico e dalla singolare atmosfera dell’edizione di quest’anno. Il numero dei visitatori riflette la tendenza in corso a una progressiva concentrazione di mercato. L’ulteriore crescita del profilo qualitativo degli addetti ai lavori darà sicuramente importanti impulsi all’economia del settore nell’anno in corso. La percentuale dei decision maker è stata pari al 90%, e di essi uno su due occupa una posizione di alto livello dirigenziale nella propria azienda», sottolinea Sonia Wedell-Castellano, Global Director di DOMOTEX. «A me personalmente hanno dato grande soddisfazione anche l’attivo coinvolgimento degli espositori nel tema conduttore ATMYSPHERE, e il successo – e il visibile apprezzamento – riscossi dal rinnovato layout di Treffpunkt Handwerk, il Punto d’incontro dell’artigianato, oltre al fatto che numerosi espositori hanno già confermato la loro presenza per la prossima edizione».

Alto profilo qualitativo e internazionale dei visitatori

Gli espositori confermano il successo della fiera leader mondiale evidenziandone le due prerogative più importanti. «Per noi non è importante che ci siano tanti visitatori. Quello che conta davvero è che ci siano i visitatori giusti», ha detto Hakan Dinc, CEO dell’azienda turca Stefany Hali Tekstil. Anche i visitatori valorizzano questo aspetto: «Sono venuto ad Hannover perché qui possono informarmi sull’intero mercato mondiale del settore e assicurare l’offerta migliore ai nostri clienti», ha dichiarato il trend scout Andrés Jobet, di Piso Urbano Alfombras di Santiago del Cile.

Stand più belli e accattivanti

Anche Arman J. Vartian, titolare dell’azienda viennese Vartian Carpets, che è tornata a esporre quest’anno ad Hannover dopo cinque anni di assenza, ha sottolineato la qualità della manifestazione.  «Abbiamo l’impressione che DOMOTEX si stia muovendo davvero nel modo giusto», dice Vartian. «Gli stand sono diventati più belli e accattivanti e la fiera è molto attenta al settore». Anke Hattingh, Direttrice Marketing dell’azienda tedesca Mapei GmbH di Großostheim, ha espresso il suo apprezzamento per la grande varietà dell’offerta, che è sicuramente importante “fonte di ispirazione”. «Per noi non c’è in Europa una fiera di maggior richiamo», ha affermato Bernhard ter Hürne, CEO di ter Hürne GmbH & Co. KG, produttore tedesco di Südlohn.

Carattere internazionale

Per Olivier Bossuyt, Direttore Vendite del belga ivc group di Avelgem, ha detto: «Siamo tornati a DOMOTEX dopo due anni di assenza, perché il marcato carattere internazionale della manifestazione ci consente di incontrare qui sia i nostri partner commerciali sia potenziali nuovi clienti. DOMOTEX 2020 lo ha confermato».

Un visitatore su due, a DOMOTEX, per stabilire nuovi contatti d’affari

Da un’indagine condotta tra i visitatori di quest’anno risulta che circa la metà dei visitatori (il 44%) utilizza la fiera per generare nuovi contatti. Fred T. Keller, Direttore Marketing dell’azienda tedesca Theo Keller GmbH di Bochum, è molto soddisfatto degli incontri avuti sia con visitatori di passaggio sia con nuovi clienti, e ritiene che il motivo principale di questa affluenza sia la costante evoluzione di DOMOTEX, che con la nuova ripartizione dei padiglioni avrebbe fatto un importante passo avanti.  «Grazie al nuovo layout abbiamo avuto molti contatti spontanei in più, e siamo contentissimi. DOMOTEX continua a essere per noi la fiera specializzata più importante».

Un appuntamento d’obbligo

Tra i visitatori, anche Mirco Schäpe, Direttore Pavimenti Vinilici LVT della JAB Teppiche Heinz Anstoetz KG di Herford-Elverdissen, ha definito DOMOTEX un “appuntamento d’obbligo” e ha sottolineato che ogni anno si trattiene a DOMOTEX più giorni per incontrare i fornitori della sua azienda, sia quelli consolidati sia quelli potenzialmente nuovi, e “per vedere quali nuove tendenze si delineano.” Michael Massmann, National Sales Manager & Vice President dello statunitense Textile Trading Group di Winter Park ha detto di essere stato a DOMOTEX soprattutto per stabilire nuovi contatti d’affari: «Ci proponiamo di stabilire contatti nuovi e possibilmente duraturi sul fronte dei clienti, e allo stesso tempo di riprendere e vivacizzare i contatti già esistenti con clienti e fornitori. Abbiamo fondato la nostra azienda tre anni fa e da allora siamo sempre venuti a DOMOTEX, e continueremo a farlo».  

ATMYSPHERE: un filo rosso dipanato attraverso i padiglioni

Gli espositori hanno dimostrato grande apprezzamento anche per il tema conduttore. Bernhard Reinkemeier, CEO dell’azienda tedesca Reinkemeier Rietberg di Rietberg, ha sottolineato che il tema conduttore e le iniziative ad esso collegate sono perfettamente in linea con la direzione seguita dalla sua azienda: «La consideriamo un’eccellente misura di supporto da parte di DOMOTEX, che ci aiuta così a realizzare i nostri obiettivi».

«Con il tema conduttore di quest’anno abbiamo colto pienamente nel segno, riflettendo lo spirito dei tempi.  In tutti i padiglioni si respiravano l’attualità e l’importanza di questo tema. Stiamo peraltro già attivamente esplorando nuovi modi per gestire il tema della sostenibilità anche a DOMOTEX 2021», annuncia Sonia Wedell-Castellano. «Mi propongo anche di intensificare la collaborazione con la community del commercio e dell’artigianato di settore, così da poter assicurare altri vantaggi, il prossimo anno, all’industria e ai suoi clienti».

Appuntamento al 2021

DOMOTEX 2021 si terrà nel quartiere fieristico di Hannover dal 15 al 18 gennaio.