Il network tecnico-professionale e progettuale del sistema superficie e rivestimento

DOMOTEX 2020: il tema conduttore ATMYSPHERE abbraccia anche il flooring sostenibile

Con il tema conduttore “ATMYSPHERE”, la prossima edizione del salone leader dei tappeti e delle pavimentazioni DOMOTEX richiamerà l’attenzione sulle proprietà del flooring che favoriscono il benessere individuale. Materiali e processi di produzione ecologici saranno infatti uno dei temi centrali di DOMOTEX 2020, in calendario al Quartiere fieristico di Hannover dal 10 al 13 gennaio.

Progetti ecologici

La crescente attenzione alla tutela della salute e ambientale si riflette in un sempre maggior numero di progetti di interior design che impiegano pavimentazioni e materiali di posa ecologici. Il flooring sostenibile ha un ruolo di primo piano nella concezione degli innovativi ambienti di alberghi, bar, ristoranti, ma anche di showroom, di uffici e di allestimenti espositivi. Lo dimostrano gli esempi qui di seguito riportati di prodotti realizzati da espositori DOMOTEX.

Il flagship store di Deutsche Telekom a Monaco

Il flagship store di Deutsche Telekom in Marienplatz a Monaco si ispira al concept “Collector’s Lab” che l’azienda applica alla vendita al dettaglio. Il concept prevede la disposizione di articoli di pregio in isole espositive di forte impatto emotivo all’interno di un ambiente raffinato, così da creare un’esperienza di acquisto invitante e dall’impronta fortemente individualizzata. Per il flooring dello showroom sono state usate due diverse pavimentazioni resilienti dell’espositore di DOMOTEX Windmöller. Strisce di colore bianco e magenta su di un fondo grigio cemento di tipo industriale guidano lo sguardo del visitatore ai prodotti esposti. Il pavimento biologico Purline, le pareti rivestite di pannelli in legno e le comode poltrone esaltano l’accogliente atmosfera quasi domestica dell’area lounge e degli spazi di consulenza. Purline è un pavimento di qualità in poliuretano a base di ecuran: un composito prodotto con materie prime rinnovabili come olio di colza o di ricino e gesso.

Gerda Karal, Direttrice del team Interior Design dello studio di architettura Lepel & Lepel di Colonia e responsabile dell’interior design del flagship store Deutsche Telekom, sottolinea che l’obiettivo del progetto era «stabilire un perfetto equilibrio tra ecologia e stile».

Mama Shelter Hotel di Belgrado

Gli ambienti del Mama Shelter Hotel di Belgrado sono stati arredati dall’interior designer Jalil Amor, che vive a San Paolo in Brasile, ma in passato ha lavorato negli studi di architettura parigini di Jean Nouvel e Philippe Starck. Nel suo design narrativo Amor rievoca la storia della capitale serba e la sua appartenenza per secoli all’Impero Ottomano.  Ha arredato ad esempio l’ampia area del ristorante e della lounge con un mix di motivi orientali interpretati in chiave moderna e di fantasiosi elementi della pop-art. I coloratissimi sgabelli rotondi della “Mafrash Home Décor Collection” di Zollanvari assolvono la funzione sia di comodi sedili sia di elementi di forte richiamo estetico. Questi pezzi unici della collezione sono stati ispirati da antiche sacche e bauli realizzati dai nomadi Ghashghai e Luri e da oggetti tessuti a mano con le tecniche del kelim, del soumak e dello zigurrat. Per i suoi tessuti dalle elaborate strutture tridimensionali Zollanvari usa la migliore lana degli altipiani dei monti iraniani Zagros.

Negli ambienti del Mama Shelter gli “sgabelli in tappeto” realizzati a mano danno un importante contributo a creare un’atmosfera allo stesso tempo di relax e di creatività. I bellissimi tessuti che formano gli sgabelli acquistano così una nuova funzione e un impiego sostenibile.

Bar “Greens” del Golf Club irlandese Ring of Kerry

Vinny Smith, Managing Director dello studio inglese di design d’interni Northern Backdrop Interior Design ha usato, per l’area bar del ristorante “Greens” del Golf Club irlandese Ring of Kerry, listoni in legno della “Wave Collection” di Corà Parquet. Gli elementi in legno di forma organica sono in quercia europea e hanno una gradevole finitura lucida grigia. Corà Parquet utilizza legni pregiati, che vengono lavorati con estrema cura e assicurano una lunga durata. Certificati FSC, i legni dell’azienda sono prodotti secondo elevati standard ecologici e sociali.

Uffici nel centro di Parigi

L’azienda lituana Vielaris Art Parquet è specializzata nel restauro di pavimenti appartenenti a edifici storici, ma valorizza il know-how acquisito in questa attività anche per creare nuovi pavimenti in parquet in ambienti moderni altamente esclusivi. Così, ad esempio, negli uffici, situati nel centro di Parigi, di un investitore immobiliare, l’azienda ha posato “Trio”: un sistema di pannelli di parquet in laminato di betulla con strato di rivestimento in quercia. Le forme geometriche del triangolo, del diamante e del trapezio danno vita, su questo pavimento sostenibile, a un elegante disegno di forte impatto visivo. Forme triangolari in ottone distribuite qua e là sul pavimento in legno naturale ne sottolineano il look esclusivo. L’azienda utilizza per i suoi progetti la materia prima rinnovabile legno e la lavora con altissima precisione artigianale, eseguendo su richiesta anche intarsi e inserti in metallo. La particolarità dei pannelli di parquet a due strati di Vielaris è da vedersi nel fatto che tutti i particolari dell’intera superficie sono collegati l’uno all’altro attraverso un processo di produzione tradizionale che, oltre a un’eccellente estetica, assicura anche una lunga durata del pavimento

Lo stand di Freudenberg

Lo stand di Freudenberg, a DOMOTEX 2019, ha fatto davvero scalpore. I visitatori vi si immergevano in un ambiente dall’aspetto assolutamente naturale prodotto dalla particolarissima moquette e dalla presenza di muschi e di atmosfere forestali estremamente realistiche create attraverso l’utilizzo di una evolutissima stampa digitale. Per Freudenberg la sostenibilità è un valore chiave che si esprime in numerosi progetti mirati a ridurre il consumo di energia, di acqua e di materie prime. L’azienda ricicla i suoi materiali di scarto, accresce costantemente la componente riciclata-certificata del suo mix di materiali, ed evita l’impiego di agenti chimici.  Lo stand è stato usato da Freudenberg anche come occasione per un confronto con i clienti sul tema della collaborazione per un futuro sostenibile.

Il ristorante “Panorama 2962” in Germania

Il ristorante “Panorama 2962”, di recente ristrutturato sulla cima della montagna più alta della Germania, il Zugspitze, offre ai suoi ospiti una fantastica vista panoramica sulle Alpi.  L’azienda tedesca Raumausstattung Kraus ha partecipato ai lavori di rinnovamento con la posa di 800 m² di tavole di legno massello utilizzando prodotti ecologici di Uzin Utz. Parte del pavimento preesistente era piastrellato, la parte rimanente era coperta con cemento a presa rapida. Per la preparazione del fondo sono state innanzitutto eliminate tutte le piastrelle instabili, poi sono state livellate piccole imperfezioni con la fresatura a diamante. Sul pavimento così trattato, il team dei posatori ha applicato un fondo di resina epossidica povera di solventi e quasi inodore, ideale per progetti di edilizia sostenibile. Si sono così potute proteggere le tavole di massello dagli effetti dell’umidità residua del substrato e allo stesso tempo si sono rinforzati eventuali punti deboli. Per eliminare forze di tensione tra le tavole e il fondo, Raumstattung Kraus ha utilizzato Multimoll Vlies di Uzin, un sottofondo a basse emissioni.  Le tavole in massello di quercia dello spessore di 20 mm sono state poi fissate al sottostrato con un adesivo per parquet certificato “Angelo Blu”. Questo tipo di posa ha garantito il mantenimento di un ambiente sano privo di esalazioni di solventi, con la realizzazione di un pavimento in legno di grande qualità che valorizza l’accogliente arredo naturale del ristorante.