Il network tecnico-professionale e progettuale del sistema superficie e rivestimento

Pannelli fonoassorbenti di design

Realizzati con bottiglie di plastica riciclata, i pannelli fonoassorbenti dell’azienda svizzera EchoJazz coniugano efficienza e design. I prodotti proposti sono rispettosi dell’ambiente, attenti all’estetica e alla funzionalità.

Soluzioni acustiche by EchoJazz

EchoJazz è una giovane azienda svizzera, nata nel 2015, specializzata in soluzioni acustiche ad alte prestazioni realizzate con bottiglie in pet riciclato. Tutti i prodotti sono in feltro high-tech – realizzato appunto con bottiglie di plastica, alla vista molto simile alla lana tradizionale – e acciaio riciclato.

Molteplici possibilità

La gamma di soluzioni fonoassorbenti comprende: soffitti, illuminazione, pareti e divisori, oltre a pannelli semilavorati. Tutti totalmente adattabili alle esigenze progettuali, che consentono al progettista e al designer di creare scenari unici.

Pannelli semilavorati EchoBoard ed EchoCoustic

EchoJazz propone due modelli di pannelli semilavorati: EchoBoard, disponibile negli spessori di 12 e 24 mm, ed EchoCoustic con spessore di 25 mm. Entrambi fruibili in numerosi colori, possono essere utilizzati in qualsiasi situazione in cui occorre l’isolamento acustico, senza limiti di forme o applicazioni. I pannelli sono resistenti e di facile manutenzione. Possono essere montati ovunque: sul soffitto, sui muri, su mobili e complementi.

Curiosità

Per fare un pannello EchoBoard da 12 mm ci vogliono 140 bottiglie di plastica da 500 ml. Mentre per farne uno da 24 mm ce ne vogliono 303. Per realizzare, invece, un pannello EchoCoustic sono necessarie 181 bottiglie. Tutte le informazioni tecniche sono disponibili sul sito www.echojazz.com.