Il network tecnico-professionale e progettuale del sistema superficie e rivestimento

#maturitàmolamia: un kit benaugurante per gli studenti di Bergamo

Dal 17 giugno hanno preso il via gli esami di maturità per gli 8503 studenti delle scuole bergamasche. Un nuovo rientro in aula per il colloquio orale dopo il lungo stop determinato dall’emergenza Coronavirus. Al loro ingresso, gli allievi hanno trovato un omaggio di Confindustria Bergamo e di alcune sue imprese associate. Si tratta del kit #maturitàmolamia, nome scelto in analogia con quello attribuito alla rete imprenditoriale #molamia, filiera bergamasca delle mascherine.

Taccuino, quadernone, mascherina e…igienizzante

Il kit comprende un taccuino, un quadernone, prodotti igienizzanti e una mascherina certificata. Il progetto è frutto della sinergia delle imprese del territorio che, su input di Confindustria Bergamo e d’intesa con l’Ufficio Scolastico, si sono impegnate per dare il proprio contributo. Un gesto di attenzione e vicinanza verso i giovani della città e provincia in un momento così importante di passaggio all’età adulta, vissuto nel pieno di una situazione difficilissima in una delle zone dove l’incidenza della pandemia è stata più alta.

Grazie alle aziende coinvolte

La categoria merceologica dei Chimici di Confindustria Bergamo ha promosso la produzione e l’imbottigliamento dei prodotti igienizzanti. A partecipare, le aziende: Alfaparf, Allegrini, Chimiver, Nettuno, con il contributo di Fra.Mar, aderente alla categoria dei Servizi Innovativi e Tecnologici. Le imprese della filiera Tessile – Plastik, RadiciGroup, Santini Maglificio Sportivo – hanno prodotto il tessuto non tessuto e confezionato le mascherine chirurgiche di tipo II. Dispositivi di protezione certificati dall’Istituto Superiore di Sanità. Pigna ha realizzato il quaderno e Boost il cofanetto e il taccuino. Boost si è fatta anche carico delle consegne di tutti i kit nei 54 istituti superiori pubblici e parificati di città e provincia. A supportare Boost, in alcuni aspetti della logistica, l’azienda di Trasporti Marchesi.

Si aggiungono l’omaggio della rivista Wired Italia di giugno, in versione digitale, e dell’abbonamento digitale a L’Eco di Bergamo per due settimane. L’invito è a mantenere gli occhi puntati sul mondo vicino e lontano con un focus particolare sull’innovazione.

Inventiva e passione

«Il nostro territorio dinamico e innovativo – scrivono nella lettera di accompagnamento al kit il Presidente di Confindustria Bergamo Stefano Scaglia e la Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Patrizia Graziani – ha subìto una ferita profonda che sarà sanata solo con tempo, dedizione, inventiva, passione e ci ha fatto capire ancora di più il valore della collaborazione, anche nella distanza, il legame della fiducia come modello di relazione, il senso di responsabilità come motore per i nostri obiettivi».

Persone che fanno la differenza

Un territorio, si sottolinea, fortemente ancorato alla sua manifattura resiliente dove, mai come in questo momento, saranno le persone, e in particolare i giovani, a fare la differenza. Questa iniziativa si inserisce in un ventaglio molto ampio di progetti attuati da Confindustria Bergamo e dalle sue imprese in collaborazione con il mondo della scuola, proseguiti anche in questi difficili mesi. L’obiettivo è costruire percorsi di studio che valorizzino le attitudini dei giovani, offrendo le migliori opportunità in relazione alle caratteristiche del territorio bergamasco, fortemente caratterizzato dalla sua manifattura innovativa.