Il network tecnico-professionale e progettuale del sistema superficie e rivestimento
Il progetto del Supersalone 2021

Supersalone, l’evento speciale 2021 di Salone del Mobile: tutte le novità

Si è tenuta nella mattinata del 26 maggio 2021 la conferenza stampa del Salone del Mobile.Milano in diretta dalla Triennale di Milano e in live streaming su Facebook. Protagonista indiscusso è stato il Supersalone, il nome tanto atteso dell’evento speciale 2021, che sarà curato dall’architetto Stefano Boeri. Ma andiamo per ordine.

Tanti gli speaker, come tanti i racconti che si sono avvicendati sul palco. Come vi avevamo annunciato, l’architetto Boeri ha assunto il comando del progetto grazie alla collaborazione con 5 co-progettisti.  Andrea Caputo, Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Lukas Wegwerth e Marco Ferrari ed Elisa Pasqual, tutti dello Studio Folder, hanno presentato questa mattina una porzione del grande lavoro che si sta compiendo e che inaugurerà il 5 settembre a Fiera Milano Rho.

 Si tratterà, infatti, di un unicum, un momento irripetibile, di grande e immediata forza attrattiva e comunicativa, aperto tutti i giorni non solo agli operatori ma anche al grande pubblico.

Supersalone, una grande biblioteca di design

 Il format proposto è quello di una grande biblioteca del design che celebrerà la rinnovata attenzione e cura per gli spazi dell’abitare contemporaneo. In mostra tutte le novità e le creazioni messe a catalogo negli ultimi 18 mesi dalle aziende con i loro prodotti storici che, grazie al debutto della piattaforma digitale del Salone del Mobile.Milano, potranno essere acquistati al termine di una ricca e coinvolgente customer journey.

Ma se della piattaforma digitale ne avevamo già annunciato la presenza, finalmente questa mattina si sono svelate delle novità sull’allestimento che ricorrerà a dei lunghi setti paralleli, studiati per le specifiche categorie merceologiche, che permetteranno alle aziende di raccontare la propria identità e i propri prodotti su pareti verticali, usando, in alcuni casi, anche le superfici orizzontali, entrambe modulari.

Un Salone del Mobile circolare e corale

Largo spazio alla componente naturale. All’esterno della Fiera verrà creata una zona di accoglienza verde con 200 alberi che, al termine, verranno messi a dimora nell’area metropolitana milanese, grazie al progetto Forestami. Invece, tutti i materiali impiegati per gli allestimenti, saranno smontati e successivamente riutilizzati.

Aree e percorsi tematici invece caratterizzano la componente corale. Arene per talk di condivisione e approfondimento, lounge riservate agli incontri commerciali e di business delle aziende, aree dedicate ai giovani delle scuole di design. Ma non solo. Tanti eventi dal vivo con un programma speciale, per incontrarsi e condividere, finalmente. Infine, a collegare la fiera con la città, uno spazio d’eccezione, la Triennale di Milano che si presta come hub in città “supersalone”, con una proposta culturale che, oltre alle mostre dell’istituzione, presenterà una serie di progetti inediti.  “Quella di settembre sarà un’edizione diversa e data l’eccezionalità del momento non poteva essere altrimenti, ma se c’è un filo rosso che la lega al Salone del Mobile.Milano sarà l’indiscussa qualità dei prodotti in mostra e il prestigio dei nostri brand che saranno esaltati e valorizzati nel percorso espositivo pensato da Boeri e dai curatori appositamente scelti per l’occasione”, spiega Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo.

Il Supersalone, dal 5 al 10 settembre 2021 sarà promotore e catalizzatore di azioni, pensieri, sentimenti che possano consentire all’intero settore e a tutta la filiera di ripartire con ottimismo.  

Share