Il network tecnico-professionale e progettuale del sistema pavimenti e rivestimenti
La sede Mapei a Mediglia

Mapei spegne 85 candeline

Nata a Milano nel febbraio 1937, la multinazionale di prodotti chimici per l’edilizia ripercorre la sua storia con lo sguardo verso il futuro

L’azienda Mapei ha raggiunto nel 2022 un importante traguardo: 85 anni di storia. Una storia che ha visto succedersi ben tre generazioni di imprenditori, un’espansione in 57 paesi e 84 stabilimenti produttivi, giusto per dare qualche numero. Capostipite della multinazionale è stato Rodolfo Squinzi che nel 1937 fondò nella periferia milanese un’impresa di materiali per l’edilizia. Con appena sette dipendenti, la MAPEI –  Materiali Ausiliari Per l’Edilizia e l’Industria – prendeva forma. Da quel primo passo sono passati 85 anni, prodotte 20 linee di prodotto e i dipendenti, da appena 7 persone, hanno toccato quota 11.000.  “Viviamo questo importante traguardo più come un nastro di partenza. Siamo pronti ad affrontare le nuove sfide, sapendo che possiamo contare su una squadra di grande valore – dichiara Veronica Squinzi, CEO. Il percorso di crescita dell’azienda, soprattutto tra il 1984 e 2019, è stato tracciato a partire da 4 direttrici:  internazionalizzazione, Ricerca e Sviluppo, specializzazione e sostenibilità. Quattro elementi che oggi danno forma alla filosofia di Mapei in tutto il mondo.

Gli inizi di MAPEI nel 1937
Mapei nel 1937

Il cuore in Italia, lo sguardo sul mondo

Dal primo passo compiuto da nostro nonno nel 1974 – le piste di atletica per le Olimpiadi di Montreal non abbiamo mai smesso di investire in nuovi mercati. Oggi siamo presenti con 91 aziende consociate in 57 paesi e non abbiamo nessuna intenzione di fermarci“, racconta Veronica Squinzi. L’apertura verso l’esterno, la ricerca costante di innovazione e l’occhio alla sostenibilità sono da sempre un punto saldo nella strategia dell’azienda. La conferma dallo stesso Marco Squinzi, Ceo, che sottolinea come “l’obiettivo dei 32 laboratori di Ricerca è trovare soluzioni all’avanguardia per contribuire a un’edilizia sempre più sostenibile, durevole e di qualità“. La direzione è dunque quella di puntare all’allungamento del ciclo di vita degli edifici, consumando meno risorse e producendo meno rifiuti. Forte dei suoi 85 anni di esperienza, Mapei ripercorre la propria storia ma, soprattutto, guarda al futuro. Quel che è certo è che le nuove sfide verranno affrontate con l’impegno, la passione e l’alta specializzazione e la professionalità di sempre.

Share